Uno degli aspetti più divertenti dei nove mesi di gravidanza è preparare la cameretta del nascituro!
E’ emozionante immaginare il proprio figlio osservare gli arredi e le decorazioni scelti dalla mamma e dal papà con tanto amore…
…io e Davide non facevamo altro che domandarci ”Chissa’ se gli piacerà!” oppure “Riusciremo a creare l’ambiente ideale per il piccolo Diego?”

L’irrefrenabile corsa allo shopping di pupazzi, giochi, cuscini, mensole e suppellettili è terminata una volta nato Diego, quando abbiamo capito che la parola chiave per il corredo di un neonato è : SEMPLICITA’.
L’estetica è importante, ma è piu’ importante ancora (senza alcun dubbio) creare un’atmosfera rilassante limitando al minimo i mobili e gli accessori.

La cameretta, infatti, deve essere uno spazio tranquillo allestito in modo da favorire il sonno ed è per questo che noi l’abbiamo strutturata così:

  • Lettino Stokke ricoperto soltanto da lenzuola e copertina e non da giochini inutili che distraggono il bimbo nel momento dedicato alla nanna. Inoltre è preferibile non far addormentare il bimbo tra cuscini e peluche perché per sicurezza, è meglio tenerlo lontano da qualsiasi oggetto possa rappresentare pericolo di soffocamento;
  • Fasciatoio (con tutto il necessaire per il cambio);
  • Tappeto morbido per giocare;

(L’area allattamento, invece, è stata allestita nella nostra camera da letto). Il cuore della cameretta è, quindi, il lettino Stokke… sembra una casetta! Stupendo agli occhi dei genitori per la sua duratura usabilità e agli occhi dei bimbi che, sopratutto tra i quattro e cinque anni, amano creare rifugi e nascondigli.

Chi di voi non lo ha mai fatto? 😉

Come vedete in foto, abbiamo scelto questo lettino perché è adatto dalla nascita fino ai 5 anni ed ha il materasso con altezza regolabile. Quando sarà autonomo, rimuoverò una delle sponde laterali per consentirgli di salire e scendere facilmente.

Dalla nascita ad oggi la stanzetta ha già subito varie trasformazioni, è stata arricchita con mensole e pupazzi e i giochi (sonagli, palla, libro tattile e altro ancora) hanno preso il posto dei mobiles montessoriani e sono stati inseriti all’interno di cestini per favorire la coordinazione della mano.

Quello che però è sempre rimasto lì è l’armadio dei sogni e dei viaggi di Diego! Prima della sua nascita in questa stanza c’era un armadio con le ante laccate rosso fuoco… un colore che sì, attira i bimbi, ma poco adatto a conciliare il sonno.


Io e Davide abbiamo pensato che sarebbe stato un colore troppo forte per un bimbo e che sarebbe stato meglio avere un armadio dai colori tenui e dalle sfumature delicate.
Sapete come abbiamo fatto per nascondere questo colore così acceso? Abbiamo ricoperto l’intero armadio con una carta adesiva che rappresenta la mappa del mondo, per dare la possibilità a Diego di sognare e di immaginare tutti i viaggi e le avventure che vorrà affrontare nel corso della sua vita…troppe aspettative? 😉
Mamme, adesso a voi la parola! Sono curiosissima di vedere le camerette dei vostri bimbi e di leggere i vostri consigli!

Comments

comments